5 indumenti + 1 da non indossare mai

Questo è l’ulimo appuntamento con Cose da weekend, e mi dispiace tanto che sia finita questa collaborazione. Gerarda è una persona davvero fantastica, entusiasta e piena di passione. E poi è così attenta ai dettagli! Ti consiglio davvero di seguirla, anche attraverso la sua pagina facebook e il suo profilo instagram.

Con il post di oggi si conclude anche il tema mensile, che a febbraio ci ha visto chiaccherare di dress code (qui, qui e qui trovi gli altri post). Ho avuto bisogno, per i primi due mesi dell’anno, di focalizzarmi su un tema ben preciso, per partire con il piede giusto e non farmi prendere dal panico da foglio bianco.

Non perché non avessi argomenti di cui trattare, ma proprio perché ne ho talmente tanti, che ho dovuto fare ordine. Dal prossimo mese di Marzo avrò una scaletta diversa, che vedrà toccare tutte le categorie che fanno parte del mio lavoro, e che voglio presentarti bene.

La frase scelta da Gerarda è di quelle che si trovano ovunque, ma che è una verità infallibile: “Non puoi mai essere troppo vestita o troppo educata“. E adesso ti mostro quelli che, per me, sono gli indumenti da non indossare mai. Sicuramente questi capi non sono il male assoluto, alcuni perlomeno, ma il loro uso sconsiderato li fa apparire tale, e per cui io li boccio.

Gli indumenti da non indossare mai

Leggings. Eccoli lì, i primi della lista. Un po’ te li aspettavi, vero? Eheheh! Perchè lo sai anche tu, in fondo in fondo, che l’uso che se ne fa è abbastanza sconsiderato. Infatti, i leggings per come sono stati concepiti non sono il male assoluto, e sono anche piuttosto comodi. Ma NON sono pantaloni, per cui non devono essere usati come tali.

Sono in realtà dei collant molto spessi, senza il piede. Allora seguimi: usciresti con i collant, senza coprire il sedere? Noooo! E allora perché con i leggings lo fai? La stoffa dei leggings è talmente sottile, che appena si estende sulla superficie del fondoschiena e delle cosce, si allarga e diventa trasparente, facendo vedere mutande e pelle sottostante. E non penso proprio che tu voglia questo effetto.

Quindi, se hai la forma del corpo più androgina, ovvero con i fianchi stretti e il sedere piatto, puoi indossarli, ma a patto che siano coperti da una maglia lunga, o un vestito dritto che arrivi a metà coscia. Invece, se la tua forma del corpo è più femminile, il sedere sporgente ti potrebbe penalizzare ulteriormente, quindi magari sarà il caso di eliminarli definitivamente dal tuo guardaroba.


Gambaletti. Altro orrore da evitare ed eliminare. Costano poco, pochissimo, imitano i collant, e sono utili nella mezza stagione. Vero. Ma: perché indossare delle calze che si smagliano come i collant, e in più hanno quel terribile elastico che ti stringe talmente il polpaccio da lasciare il segno come un laccio emostatico? Fa male, e poi stai ore a sistemarti l’elastico per alleviare quel solco, ma non si sposta.

Che disagio! Molto meglio acquistare delle belle calze da uomo in filato: ce ne sono in cotone, in lana e cachemire, in caldo cotone, oltre al fatto che le fantasie sono bellissime, secondo me. Le misure si trovano facilmente, dato che le calze da uomo iniziano dal 39, e quelle da bambino finiscono al 38. In ogni caso NO alle calze sotto il ginocchio da indossare con la gonna.

Microvestiti. Non voglio aggiungere altro. I microvestiti che hanno la “gonna” che a malapena fasci i fianchi sono un affronto a tutte le regole di dress code. Bocciati su tutta la linea. Se anche stanno bene a Rihanna, non è assolutamente il caso di replicare nella vita normale.

Calzini con i sandali. Lo scorso autunno frotte di fashion blogger ed influencers hanno iniziato a sfoggiare i calzini con i sandali. Calzini che arrivano alla caviglia. A rete, con i volants, in maglia di lurex. Bellini! Ma con i sandali. Ora: dalla notte dei tempi prendiamo in giro quei poveri uomini che non hanno nessuno senso di stile e vanno in giro con i calzini nei sandali, e adesso li replichiamo dicendo che è “fashion”? No, no, no.

Bretelle trasparenti. Le bretelline in silicone per il reggiseno. Credi che non si vedano? E invece sì. La prima volta che mi è venuto il dubbio è stato parlando con un mio amico attore di teatro: le luci sul palcoscenico fanno risaltare e addirittura si riflettono su quelle strisce, per cui alle attrici veniva caldamente consigliato di evitarle. Meglio un buon reggiseno a fascia. Ed è lo stesso consiglio che voglio dare a te.

E adesso arriviamo al  +1

le unghie “alla moda”. Dunque, ho grande rispetto per le nails artist: ci sono delle persone che creano davvero dei disegni raffinati, e io guardo ammirata la loro bravura (io riesco a sbagliare pure lo smalto trasparente). Ma a tutto c’è un limite.

Disegni diversi per ogni dito delle due mani? Ne basta uno solo. Applicazioni di brillantini? Anche in questo caso ne basta uno solo e discreto.

Altre applicazioni? Non voglio neanche parlare di certe mode, come le unghie bubble, o con applicazioni di piume. Sono brutte. Stop. Piuttosto, cura sempre la tua manicure e rendi le tue mani belle da vedere anche per te stessa.

Un po’ di foto

5-indumenti-non-indossare
E se te lo dice leui…
5-cose-non-indossare-2
Ecco un modo appropriato di indossare i leggings
Rihanna
Rihanna

 

 

 

 

 

 

calzini-bianchi
I calzini tagliano la figura già attozzata dalla gonna sotto il ginocchio
collant-scarpe-chiuse
Un bellissimo outfit rovinato. Se hai freddo, indossa i collant e le scarpe chiuse

 

manicureIntanto ti ricordo che tra i miei servizi trovi la Consulenza d’immagine base, da fare anche on-line, per identificare la tua forma del corpo e quali indumenti prediligere, e il Restyling del guardaroba per definire il tuo stile e scegliere tra i tuoi vestiti quelli che meglio ti valorizzano. Nella pagina dei contatti trovi come chiedermi un consiglio.

Ti aspetto nei commenti, per sorridere un po’ insieme di queste cadute di stile e strappi al galateo dell’abbigliamento, che bene o male tutte facciamo.

 

Sarò lieta di essere la tua curatrice di stile.

 

2 comments

Lascia un commento